sandroangelini

Just another WordPress.com site

Archivio per il tag “la zanzara”

Terzo governo Napolitano: per chi suona la campanella?

img1024-100_homeeviden_700_dettaglio2_Letta---Renzi-la-consegna-della-campanella-ReutersLa telefonata scherzo (Radio 24) del finto Vendola a Fabrizio Barca ha rivelato il segreto di pulcinella:
il pressing di De Benedetti sulla scelta del ministro dell’economia. Niente di nuovo, del resto è anche un po’ il “suo” governo e non sarà certo l’unico a fare pressioni per difendere i propri interessi. Fa schifo, ma è così. Questo non è un governo degli italiani ma il terzo non eletto ideato e diretto dal presidente Napolitano. Il vero scoop è la preoccupazione di Barca per il destino del paese: “C’è un livello di avventurismo. Non essendoci un’idea, siamo agli slogan … attraverso la Annunziata mi è arrivato un messaggio: ma se ti chiama il presidente?” “Sono colpito dall’insistenza, il segno della loro confusione e disperazione … sono fuori, sono fuori di testa!” “… più vedo un imprenditore dietro un’operazione politica più ho conferma di tutte le mie preoccupazioni”

Intanto il nuovo governo è nato, un parto difficile (due ore e mezzo di trattative), nonno Napolitano sembra aver puntato i piedi su esteri e giustizia. Oltre alle solite facce (da culo) come la Lorenzin, Alfano e Lupi, abbiamo il boss delle coop rosse (ex dalemiano) Giuliano Poletti, Pier Carlo Padoan, ex consigliere economico di D’Alema e Amato … una garanzia!
All’ambiente l’udc Gian Luca Galletti, già sottosegretrario all’Istruzione nel governo Letta, mentre allo sviluppo economico la berlusconiana Federica Guidi. Eliminato il ministero di Cecile Kyenge ma si parla già di un risarcimento politico che consisterà nella candidatura europea come capolista per il nord est. Il rottamatore ha creato (con guida Napoliatano ovviamente) un mix rappresentativo di vari interessi
ma con diverse incognite, una su tutte la voglia di patrimoniale del neo ministro Padoan più volte dichiarata, poi c’è l’inquietudine dei popolari, di Civati e Cuperlo che “riflette sul futuro del Pd”. Cosa dire? Incrociamo le dita e stringiamo forte i glutei … per scongiurare l’ennesima supposta gigante!

Annunci

Navigazione articolo