sandroangelini

Just another WordPress.com site

Archivi per il mese di “giugno, 2014”

Degrado e maniaco: benvenuti in città!

attenzione_maniacoIeri il Corriere Adriatico si è occupato del degrado della zona di Viale De Gasperi, primo impatto per motli turisti che giungono in città sia con i pullman che con le auto. L’articolo argomenta citando teppisti, schiamazzi e cani senza guinzaglio; in realtà i cani sporcano anche con tanto di guinzaglio e padrone al seguito, mentre gli schiamazzi notturni, la sporcizia e anche diverse siringhe usate, si trovano in una zona molto più vasta, fino a viale Benedetto Croce, Viale Marconi e oltre. Non è affatto circoscritto il degrado ma è in evidente espansione: la zona delle Tofare è invasa da grossi topi e piena di siringhe, viale Marconi la notte si trasforma in una pista da corsa e la rotonda all’incrocio con la stazione ferroviaria diventa una giostra per auto che sgommano allegramente. Ma non è tutto. In viale De Gasperi nelle ultime settimane ci sono stati una lunga serie di furti e danneggiamenti a uffici e piccole attività che hanno costretto diverse persone a ingaggiare vigilanti notturni. Le forze dell’ordine? Non pervenute. Personalmente, specie la scorsa estate, ho chiamato più volte 112 e 113 in tarda notte, in alcuni casi sono stati gentili, anche se non risolutivi, in altri un po meno. Il sindaco Castelli aveva promesso la riqualificazione della zona, compreso il giardino tra via Candido Augusto Vecchi e viale De Gasperi, ha parlato di cancelli e illuminazione. Senza considerare la vecchia fontana in stato di abbandono da anni, credo che luce e cancelli non siano sufficienti e forse neanche tanto efficaci. Negli ultimi tempi c’è un signore che gira nella zona mostrando i genitali a ragazze e signore, anche in pieno giorno e si muove sia in auto che a piedi. Come dicevo all’inizio, considerando che in quella zona arrivano pullman da diversi paesi europei forse ci si doveva muovere qualche anno fa, visto che del turismo ci si riempie la bocca spesso. Anche le notti bianche di quartiere e iniziative simili, senza adeguati controlli, rischiano di peggiorare la situazione già difficile per i residenti che non hanno la fortuna di andarsene al mare fino ad agosto. Iniziative notturne di questo tipo portano spesso a consumi eccessivi di alcool, specie tra i giovani e le conseguenze sono note, da piccole scaramucce a fatti di cronaca. Pozza Ibbè! Buona estate a tutti.

Annunci

ORIENTARSI FESTIVAL 2014

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL BENESSERE, BIOLOGICO
E DELLE TRADIZIONI ORIENTALI. Pennabilli (RN), 18-19 e 20 luglio 2014

Dal 18 al 20 Luglio ritorna l’evento “Orientarsi Festival”, uno degli appuntamenti culturali più importanti della Valmarecchia degli ultimi anni che vedrà nuovamente protagonista il Comune di Pennabili.

Il comune, già storicamente famoso per il forte legame con il Tibet, che risale addirittura al XVIII secolo, quando padre Orazio Olivieri partì dalla città dei Malatesta per creare una Missione cattolica a Lhasa, importando la prima stamperia a caratteri mobili e scrivendo il primo dizionario italo-tibetano, riconferma anche quest’anno la sua particolare vocazione nei confronti della cultura spirituale buddhista (ed asiatica in generale) dopo avere inaugurato nel 2005 una campana tibetana, a ricordo del missionario pennese, in presenza dello stesso Dalai Lama.
A Pennabilli si trova anche “ I Luoghi dell’anima: Orto dei frutti dimenticati” di Tonino Guerra, un luogo in cui convivono installazioni artistiche e varietà antiche di alberi da frutto.
Il festival sarà organizzato dalla Pro Loco cittadina in collaborazione con il Comune di Pennabilli, l’Associazione Ultimo Punto, l’Associazione Italia-Tibet e l’Associazione Padre Orazio della Penna, e sarà diretto dal dott. Florido Venturi, ideatore di Orientarsi.

Nei giorni tra il 18, 19 e 20 luglio 2014 saranno coinvolte le piazze, le vie, i giardini, il Teatro Vittoria, ed altre strutture al fine di ospitare nomi di prestigio nell’ambito di conferenze, seminari, lezioni esperienziali, performance e tavole rotonde.

Orientarsi Festival si propone di sensibilizzare il grande pubblico su argomenti quali l’alimentazione biologica, la cultura orientale, la medicina naturale, le ginnastiche mediche cinesi, le energie rinnovabili, il commercio equo-solidale, grazie anche alla realizzazione di una mostra/mercato. Oltre ai momenti di spettacolo e svago, con esibizioni e performance artistico musicali legate al tema dell’oriente (esibizioni di arti marziali, spettacoli di danze orientali, concerti di musica tradizionale orientale…) saranno anche predisposte aree per trattamenti di benessere.

L’invito a partecipare è davvero rivolto a tutti : sia al grande pubblico che agli operatori del settore (naturopati, massaggiatori, fitoterapisti, medici omeopatici e agopuntori, erboristi, gruppi di acquisto equo-solidale, associazioni culturali), che potranno riconoscere in “Orientarsi” un imperdibile
appuntamento annuale.
OrientarsitiToloRosso

Tutte le anteprime del ricco programma presto sul sito www.orientarsifestival.it

L’autorevolezza dell’informazione italiana.

giarrussoIl Corriere della Sera è considerato uno dei più autorevoli quotidiani d’Italia; l’informazione, di conseguenza, dovrebbe essere altrettanto autorevole. Venerdì scorso (6 giugno), in un articolo titolava: “Grillo e Casaleggio: ora toni moderati. Ma c’è chi evoca la ghigliottina.” Il riferimento alla ghigliottina era relativo a un intervento del Sen. Giarrusso del M5S alla trasmissione radiofonica satirica “La Zanzara” di Radio24, dove dopo battute, accuse (del nano Parenzo) e risate, ha spiegato seriamente il suo pensiero e quello del movimento. Il Senatore spiegava che nelle carceri ci sono circa 15.000 persone per reati davvero minimi, mentre lorsignori del Mose e dell’Expo, spesso stanno comodi ai domiciliari nelle loro lussuose residenze; “in galera ci finiscono prevalentemente i poveracci.” L’articolista del Corriere della Sera, Emanuele Buzzi, forse non ha ascoltato la trasmissione, io si e ha scritto un articolo dove si evidenzia la faziosità e la scarsa serietà professionale, perchè al di sopra del proprio punto di vista c’è l’informazione corretta. Naturalmente su questa battuta di Giarrusso, inneggiante alla cultura della rivoluzione francese, ci hanno intinto Tweet vari esponenti Pd, Repubblica.it titola addirittura: “Giarrusso: io per quelli dell’Expo e del Mose vorrei la ghigliottina …” Poi vaneggiano su tagli di teste; ma quali teste! Era una battuta, ma la politica coglie ogni sfumatura per distorcere e dipingere il diavolo più brutto di quello che è in realtà. Con la complicità dell’informazione “autorevole” si possono distorcere e usare “autorevolmente” qualsiasi dichiarazione o battuta.

Navigazione articolo