sandroangelini

Just another WordPress.com site

Archivi per il mese di “gennaio, 2014”

La strategia comunicativa (vincente) del M5S

Boom-M5SLa strategia di comunicazione di Grillo, aspramente criticata all’inizio, sta funzionando. Niente Talk politici per i 5 Stelle, trasmissioni dove tutto diventa piatto e ripetitivo, dove si consumano personaggi fino alla nausea poi scompaiono. I Talk consumano e banalizzano, spesso non trattano neanche di veri problemi. Il pericolo del “punto G” televisivo sembra scongiurato; si rilasciano lunghe dichiarazioni e interviste solo per denunciare e illustrare il lavoro svolto in parlamento. In un radiogiornale (Radio24) ho sentito una deputata del M5S esporre in maniera efficace le difficoltà incontrate per avere l’elenco (pubblico) dei vitalizi “politici” pagati dallo Stato, cioè da noi; una volta ottenuto lo hanno reso veramente pubblico, mettendo in luce sperperi assurdi e privi di senso. Ovviamente il fine è quello di eliminare sprechi, rimborsi e cumuli assurdi di vitalizi. L’elenco è lunghissimo e pieno di strane moltiplicazioni di incarichi, vitalizi ereditati, cumuli di rendite politiche per decine di migliaia di euro e schifezze varie. L’onorevole “grillina” ha disegnato alla Radio in maniera efficace e senza fronzoli, uno degli infiniti buchi neri dal quale il denaro pubblico viene risucchiato avidamente da decenni senza che nessuno dei partiti tradizionali si sia mai posto il problema, essendo loro stessi i primi beneficiari. Questa è la comunicazione efficace del M5S, a cui se non altro va riconosciuto l’impegno
e gli oltre 4 milioni di euro fatti risparmiare a noi, popolo bue. Non so dire se i 5 Stelle hanno la medicina efficace per salvare questo nostro martoriato paese, di sicuro sono in grado di fare la giusta diagnosi; mentre gli altri, pregiudicati e non, si accordano e studiano una legge elettorale per salvare culi e poltrone. Vogliono proseguire il lavoro iniziato oltre vent’anni fa: affossare il paese!

Annunci

Il labirinto del bene e del male

AscoliXAscoliL’Associazione culturale “Ascoli X Ascoli” presenta un ciclo di conferenze con il professor Stefano Cinaglia.
IL LABIRINTO DEL BENE E DEL MALE
L’esperienza morale, da sempre, pone inderogabili quesiti non solo ai filosofi, ma a ogni uomo perché la riflessione etica si confronta con domande che si generano dalla vita stessa. Ogni essere umano possiede un’esperienza morale, ossia la possibilità di distinguere fra uno stato naturale del vivere, nel quale l’interazione con l’ambiente è dominata dallo schema causa-effetto, e una dimensione morale dell’esistere in cui al potere di agire corrisponde il dovere di rispondere delle proprie azioni. Il corso di quest’anno si propone, pur mantenendo la consueta impronta divulgativa, d’indagare sui più pressanti temi etici legati all’impetuoso sviluppo scientifico e tecnologico avvenuto in ambito biomedico. Una ricerca indirizzata non ad acquisire risposte certe e definitive valide per tutti, ma orientata a mettere in luce i nodi cruciali dell’attuale questione bioetica che ci coinvolge tutti, sia come singoli individui sia come appartenenti a una comunità.

Venerdì 24 gennaio: La domanda morale
Venerdì 31 gennaio: Scienza ed etica
Venerdì 7 febbraio: L’arte di Ippocrate e il dono di Prometeo
Venerdì 14 febbraio: Il peso dell’anima. Etica e libertà
Venerdì 21 febbraio: Oltre lo specchio.
La libertà individuale e la sacralità della vita

Le conferenze si terranno alle ore 17,30 presso la “Sala di Venere” in Corso Mazzini 251 ad Ascoli Piceno, di fronte alla fontana dei cani.

Navigazione articolo