sandroangelini

Just another WordPress.com site

La movida e i conti che non tornano

PAOLO CAPRIOLI AGENZIA TOIATI Movida Piazza Madonna dei Monti.Se inserite le parole “movida violenta” su Google usciranno una serie di notizie di aggressioni, risse, pestaggi, accoltellamenti e disturbi vari della quiete pubblica in molte città: Roma, Napoli, Salerno, Avellino, Aversa, per i fatti di Carcare, provincia di Savona, un giornale titola: “Carcare ostaggio della movida violenta”.

Dalle nostre parti le cose non sono molto diverse e considerando che sui giornali ci finiscono solo le cose più eclatanti, negli ultimi anni c’è stato un sensibile aumento di episodi violenti. Il periodo clou è d’estate, il venerdì, il sabato sera e durante le geniali “notti bianche” inventate dai comuni per rimpinguare le casse dei vari esercizi commerciali che aderiscono. Ma cos’è questa “movida” ?
Niente, bar aperti fino a tardi con musica ad alto volume, giovani e giovanissimi che bevono come spugne. L’alcool, oltre a nuocere gravemente alla salute specie in età giovanile, eccita gli animi e offusca la ragione, così la rissa è quasi inevitabile. Mi è capitato di vedere ragazzi minorenni che bevono già la mattina quei cazzo di “cicchetti” da un euro, senza nessun controllo e senza nessuno scrupolo.
A San Benedetto del Tronto molti residenti hanno protestato e anche ad Ascoli, l’ultima rissa tra due gruppetti di giovinastri risale a pochi giorni fa, molti residenti del centro storico iniziano a essere disperati. Adesso l’estate è finita, la sera si chiudono le finestre e il caos sembra più lontano persino il sabato sera ma il problema resta e cresce di anno in anno, fino a diventare “normale”: sono cose che capitano quando si è giovani.
Anche negli altri quartieri ascolani ci sono problemi di ordine pubblico, a Monticelli per esempio, nel bel parco di Largo delle Camelie, ogni estate stazionano regolarmente gruppi di giovani che oltre a disturbare i residenti con le loro grida, le auto e le moto rumorose e puzzolenti, danneggiano il parco stesso, distruggendo i giochi per i bambini e i tavoli di legno. Nella zona di Porta Maggiore non mancano rumori molesti, corse in auto lungo viale Marconi con il salto del dosso … e le sgommate intorno alla rotonda, quella con la fontana. Nella zona delle Tofare oltre al danneggiamento dei vari giochi nei parchi ci sono montagnole di siringhe ovunque, persino accanto all’asilo. Persino i residenti della zona di Piagge di San Marco sono disperati, sia per il frastuono notturno che per i danni al verde; da tempo c’è chi si è attivato con raccolte firme e sollecitazioni scritte al corpo forestale ma con scarsi risultati.
E le forze dell’ordine? Spesso vengono chiamate, a volte sono gentili e solerti, altre volte ti sembra di essere finito in una di quelle commedie degli anni’70
con Lino Banfi o Alvaro Vitali … ma c’è poco da ridere.
Prima c’erano i consigli circoscrizionali dove si poteva richiedere un incontro pubblico con il sindaco, un assessore e anche con rappresentanti delle forze dell’ordine, era l’unico collegamento reale con amministratori, rappresentanti politici locali e semplici cittadini, dimenticati in nome della “movida”.

Qualcuno disse che ad Ascoli occorreva la “movida a tutti i costi”, forse per avere i voti dei commercianti e il plauso dei giovani? Attenzione però, forse non tutti i conti sono ben fatti; quando arriva la notte la città è in mano a gruppetti di vandali ma le famiglie residenti e le persone “normali” votano esattamente come tutti gli altri … quindi cari amministratori e politici improvvisati, rifate bene i conti e fatevi un giro in città la sera, magari con una pattuglia di Polizia o di Carabinieri.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: