sandroangelini

Just another WordPress.com site

Economia specchio della politica

sciopero_indesitSenza concorrenza non c’è qualità e senza competizione (sana) non può esserci sviluppo.
Questi concetti in Italia sono stati sempre recepiti poco e male, a certi livelli non è possibile competere senza appoggi politici importanti. Interi settori produttivi monopolizzati, lottizzati, divisi secondo appartenenze politiche e interessi vari. Ci sono interi territori dove per decenni non si è creato sviluppo per favorire il dominio assoluto all’industriale di turno, senza lasciare spazio a nessun tipo di alternativa, o diversificazioni di settore con le conseguenze che stiamo vivendo sulla nostra pelle.
Fabriano e la Indesit docet.
Politiche scellerate e connivenze feudali hanno consentito a imprenditori senza scrupoli di arricchirsi senza investire mai un centesimo per sviluppi futuri diversi. L’economia italiana è lo specchio della sua storia, un paese dove ci si fa strada più con la furbizia che con capacità e intelligenza; un sistema farraginoso e burocratico ereditato dal fascismo e mai seriamente ammodernato. La politica moderna ha devastato l’economia del paese mettendo a rischio il futuro delle nuove generazioni e impoverendo la nostra; non ci sono idee, progetti per il futuro, nessuno sembra in grado di guardare oltre il proprio naso. Questa classe politica ha fallito. L’antagonismo ideologico è scomparso e il governo Monti e quello attuale ne sono la conferma, tutti con la stessa “ricetta”, tutti insieme … sulle poltrone. La forza delle idee è svanita lasciando il posto a stupidi inni di “nuovi partiti”, movimenti ed eserciti vari. Il PDL è fallito, la casa comune del centrodestra berlusconiano è crollata, per questo torna Forza Italia, si torna indietro, con questa gente è l’unica direzione possibile. Nel PD invece (nato morto) si è più concreti: si litiga per il regolamento delle prossime primarie, devono aggiustare il tiro per mantenere la vecchia dirigenza al potere. Nel PD non c’è spazio per niente di nuovo e se mai ci fosse niente paura, si cambiano le regole. Un panorama politico davvero desolante: ma come si può sperare che ci sia qualcuno veramente in grado di risollevare il paese? E gli altri partitini e listarelle non li nominiamo neanche, come disse Grillo, sarebbe vilipendio a cadaveri.

“E’ necessario assolutamente rilanciare il sistema produttivo e rilanciare il turismo!”

Senatrice Maria Paola Merloni
Membro della 10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo)

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Economia specchio della politica

  1. Rilanciamo il sistema produttivo delocalizzando le produzioni all’estero?
    A me sembra un paradosso. Razzoliamo bene, parlando male!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...