sandroangelini

Just another WordPress.com site

Archivi per il mese di “novembre, 2012”

Consigli ai meditanti …


La differenza tra concentrare l’attenzione sulle varie parti del corpo e “respirare attraverso il corpo” come facciamo noi, è sottile ma sostanziale. Quando porti l’attenzione su una parte del corpo usi la mente “oridinaria”, in qualche modo fai uno sforzo perchè concentri l’attenzione sulla parte del corpo in questione. Ogni cosa esterna, ogni rumore, ogni pensiero diverso da quello che stai facendo diventa un disturbo, così focalizzi sempre più la tua concentrazione su un solo punto. Concentrare l’attenzione significa restringere la percezione in un punto preciso, escludendo tutto il resto. Concentrandoti e respingendo le cose che ti distolgono creerà una lotta e quindi tensione. Col tempo potresti riuscire benissimo a centrare la tua attenzione su un solo punto ma sarà una vittoria legata a uno sforzo, a una guerra e potrebbe significare una vittoria dell’ego, quindi della mente stessa. Dominare la mente significa essere in guerra, dividere, scegliere, escludere. Nel Tantra non escludiamo nulla, in modo che ogni cosa diventa oggetto della tua meditazione; in questo modo non c’è sforzo, ne tensione, solo Consapevolezza. Quando ti dico di “respirare” sulla parte del corpo l’imput è diverso, la mente resta rilassata perchè non stai facendo nessuno sforzo, stai semplicemnete respirando. Attraverso il respiro impari ad osservare; attraverso il respiro sposti la tua attenzione, la tua stessa coscienza e sei presente al momento presente …
Col tempo diventi come un placido lago di montagna
che riflette ogni cosa.

Respirando coscientemente muovi la tua Consapevolezza:
non si tratta di concentrazione ma di attenzione.

Annunci

Navigazione articolo